News

ECOBONUS 110 %

Giovedì, 04 Giugno 2020

share
share

SUPER ECOBONUS DEL 110 %
 

Con il Super Ecobonus del 110% già in vigore e presto operativo, c’è un grande interesse per quei lavori di riqualificazione energetica che possono far accedere alla nuova detrazione fiscale potenziata, della quale si potrà approfittare anche senza anticipare la spesa, dato che il credito sarà cedibile a imprese e banche. 
 
Il Superbonus 110% ha come presupposto di accesso che si effettui uno o più di questi tre tipi di intervento: l’isolamento termico delle superfici opache, la sostituzione di vecchie caldaie e/o lavori di adeguamento antisimico.

Le vecchie caldaie possono essere sostituite con caldaie a condensazione, pompe di calore o impianti di (micro) cogenerazione.

A questi interventi base si sommano altri interventi opzionali – ad esempio l’installazione di un impianto fotovoltaico (FV), un impianto di accumulo, una stazione di ricarica per veicoli elettrici, la sostituzione degli infissi, ecc. –  la detrazione del 110% si può richiedere anche per questi ultimi, purché l’insieme dei lavori assicuri il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio, ovvero “se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta”.

I CRITERI DA CONSIDERARE SONO:

● il risparmio in bolletta sia per il riscaldamento che la climatizzazione;

● l’autonomia energetica, intesa soprattutto come riduzione o eliminazione dei combustibili fossili (gas, gasolio e GPL); 

● l’integrabilità con le altre tecnologie, nel senso che se si decide di aggiungere un impianto fotovoltaico è sicuramente meglio prevedere un sistema di riscaldamento a pompa di calore elettrica, così che l’energia elettrica necessaria venga in gran parte prodotta dall’impianto FV, e possibilmente anche un sistema di accumulo per aumenta ancor di più la percentuale di autoconsumo;

● la salute e la sostenibilità, nel senso che, a parità di soluzioni offerte, meglio preferire le soluzioni che eliminano rischi di danno alla salute e alla sicurezza personale, legati alla combustione, all’uso di gas infiammabili ed esplosivi e che producono emissioni inquinanti;

● e infine l’adozione di nuove tecnologie, nel senso che le soluzioni acquistate non devono essere già superate o diventarlo a breve, considerato che dovranno durare diversi anni.
Il bonus potrà essere usato da tutte le famiglie per lavori svolti nella prima casa e nei condomini fatturati dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Chiedi maggiori informazioni ai nostri tecnici.
Prenota subito il tuo impianto insieme a noi.
Possiamo aiutarti a usufruire dell'energia solare, accumulare quella in eccesso rendendola pronta all'uso per la sera e ricaricare la tua auto elettrica.

Per la tua tutela possiamo fare una consulenza a distanza telefonicamente o tramite videochiamata. Avrai tutte le informazioni necessarie per comprendere con chiarezza le qualità e i vantaggi del decreto e dei prodotti che il mercato offre.